È stata una spedizione punitiva. Ecco perché è indagato Fedez: a rischio i suoi bambini

“Una spedizione punitiva”: ecco quello che è accaduto dietro la vicenda che ha colpito Fedez, la bufera scatenata nelle ultime ore.

Negli ultimi giorni la situazione attorno alla figura di Fedez non è di certo delle migliori: il rapper milanese, dopo l’allontanamento da quella che ormai è la sua ex moglie Chiara Ferragni al quale è preceduto tutto lo scandalo del pandoro, sembrerebbe essere ora indagato dalla procura di Milano per ciò che è accaduto nel capoluogo lombardo nella notte tra il 21 e il 22 aprile quando il personal trainer Cristiano Iovino è stato aggredito in strada da alcuni uomini.

fedez spedizione punitiva
Spunta il nome di Fedez dietro la “spedizione punitiva” per Cristiano Iovino (GiustiziaBrescia.it) | Foto ANSA

Le notizie si sono susseguite giorno dopo giorno da quella notte di circa un mese fa ed è per questo motivo che bisogna cercare di riordinare la situazione: nella notte tra il 21 e il 22 aprile, poco dopo le 3, Cristiano Iovino, personal trainer divenuto famoso per essere coinvolto nella vicenda della separazione tra Ilary Blasi e Francesco Totti, è stato aggredito a mani nude per strada da cinque o sei uomini scesi da un van: Iovino è stato soccorso sul posto e non avrebbe inizialmente sporto denuncia e non si sarebbe nemmeno fatto trasportare in ospedale.

Aggressione Iovino: spunta il nome di Fedez, ma lui nega tutto

La notizia è balzata su tutti i giorniali e sul web perché i due vigilantes, che hanno assistito alla scena, avrebbero fatto il nome di Fedez ai Carabinieri che sono sopraggiunti dopo l’aggressione. Dalle telecamere di sorveglianza si vede una persona esile che cerca di colpire Iovino senza successo prima dell’arrivo degli altri uomini, che farebbero parte del gruppo ultras della Curva Sud del Milan. Quella figura esile, che non si riesce a riconoscere dalle telecamere, secondo i vigilantes era proprio Fedez.

A quanto pare il movente sarebbe da ricondurre a una “spedizione punitiva” che Fedez avrebbe organizzato per colpire Cristiano Iovino, il quale avrebbe scatenato le ire del rapper milanese in discoteca (dove Fedez era alla consolle) per aver detto qualcosa a Ludovica di Gresy, la ragazza che è stata più volte avvicinata proprio a Fedez negli ultimi giorni. Altre notizie riportano che la ragazza non c’entri nulla con l’aggressione, anche se dalle telecamere si vede proprio una ragazza bionda vicino al van dal quale sono scesi gli aggressori di Iovino.

fedez
Fedez nega il suo coinvolgimento nell’aggressione a Iovino (GiustiziaBrescia.it) | Foto ANSA

Fedez, ospite al Salone del Libro di Torino, ha negato tutto dicendo che lui non c’entra nulla con l’aggressione minimizzando anche l’accaduto sottolineando come Iovino sia poi andato a ballare a Ibiza subito dopo quanto successo senza farsi medicare e senza denunciare. Qualche giorno fa ha rotto il silenzio anche riguardo Ludovica di Gresy dicendo che entrambi si sono fatti una risata leggendo quanto scritto sui giornali.

Intanto la procura di Milano sta indagando su quanto accaduto quella notte e anche sulla figura di Fedez che potrebbe anche perdere la custodia dei suoi figli Leone e Vittoria, o comunque potrebbero essere un’arma da utilizzare contro di lui.

Impostazioni privacy