Parcheggio davanti al cancello senza divieto di sosta, quali sono i limiti consentiti

Trovare parcheggio può trasformarsi in una vera odissea, tanto che alcuni automobilisti finiscono per parcheggiare in maniera scorretta.

Questo comportamento non solo genera disagio, ma impedisce anche il libero transito delle persone nella loro proprietà.

macchina casa divieto di sosta
Se una macchina si trova davanti al tuo cancello di casa, puoi fare questa azione – Giustiziabrescia.it

Ma cosa si può fare legalmente contro chi commette tale infrazione? Andiamo a vederlo insieme.

Chi chiamare se qualcuno parcheggia davanti al cancello di casa?

La giurisprudenza italiana, attraverso varie sentenze della Cassazione, ha chiarito che l’atto di parcheggiare un veicolo bloccando il garage o il cancello di un’altra persona costituisce reato di violenza privata. Di fronte a tale situazione, è possibile presentare una querela presso le forze dell’ordine o direttamente alla Procura della Repubblica. È importante allegare alla querela una foto che mostri chiaramente l’auto e la targa del trasgressore.

macchina casa divieto di sosta
Parcheggiare davanti al cancello di un’altra persona, è considerato reato di violenza privata – Giustiziabrescia.it

E’ bene considerare alcuni aspetti prima di procedere con la denuncia: la violenza privata è considerata un reato minore e potrebbe concludersi con l’archiviazione per particolare tenuità del fatto. Inoltre, ogni auto parcheggiata irregolarmente richiederebbe una querela separata, rendendo il processo lungo e dispendioso.

Esistono diverse strategie alternative alla querela per affrontare il problema dei veicoli parcheggiati irregolarmente davanti al proprio ingresso. Tra queste vi sono l’utilizzo di cartelli d’avviso personalizzati (senza riprodurre segnaletica stradale ufficiale senza autorizzazione), l’installazione di dissuasori fisici come catene o palizzate (previa autorizzazione comunale se su suolo pubblico) e la richiesta del passo carrabile.

I cartelli possono essere un primo passo utile a sensibilizzare gli automobilisti sul rispetto della proprietà privata senza necessità di permessi specifici. Per soluzioni più concrete come dissuasori fisici o sbarre è necessario invece assicurarsi che ogni installazione rispetti le normative locali in materia urbanistica ed edilizia.

Il passo carrabile rappresenta la soluzione definitiva per proteggere legalmente l’accessibilità alla propria proprietà da auto indesiderate. Per ottenerlo è necessario presentare apposita domanda all’ufficio competente del Comune fornendo tutti i dati richiesti inclusa documentazione fotografica e planimetrie catastali.

Una volta approvato, si dovranno sostenere i costi relativi ai diritti d’istruttoria oltre all’acquisto della marca da bollo prevista dalla legge. Il tempo medio per ottenere l’autorizzazione varia ma garantisce poi la possibilità di far rimuovere veicoli posteggiati abusivamente grazie all’intervento delle autorità locali.

Sebbene esistano strumenti legali e pratiche alternative per difendersi dal disagio causato da auto parcheggiate impropriamente davanti ai propri accessi privati, spesso la via più efficace resta quella della prevenzione attraverso segnaletiche appropriate e dialoghi costruttivi con i vicini.

Gestione cookie