Visite mediche, arriva la decisione (durissima): non saranno più gratis, ecco la cifra da sborsare

Una decisione dura cambia le regole per le visite mediche: da adesso in poi non saranno più gratis ma avranno un prezzo fisso. 

Uno dei motivi di vanto del nostro paese è il Servizio Sanitario Nazionale (SSN), ovvero l’insieme delle forme di assistenza e cura erogate dallo Stato: poiché prestazioni e farmaci se li prende a carico il nostro Paese, per i cittadini è più semplice avere accesso alle cure. Negli Stati in cui invece il settore sanitario è privatizzato senza assicurazione, non è sempre possibile tutelare la propria salute.

Perché le visite mediche non saranno più gratis
Le visite mediche non saranno più gratis per i cittadini – Giustiziabrescia.it

Uno dei servizi più utilizzati dell’SSN è quello erogato dai medici di base i quali devono garantire l’assistenza essenziale ai propri pazienti in modo continuativo. Da tempo però in alcune regioni sembra che riuscire a farsi visitare dal proprio medico stia diventando impossibile per il numero di pazienti in eccesso. I tempi di attesa si allungano sempre di più e questo a rischio della salute di molti.

Se il medico di riferimento sembra non avere mai tempo, di solito si può provare a rivolgersi a un altro facendo richiesta online. Non sempre però questo risolve il problema perché molti professionisti sono saturi di appuntamenti e gli studi medici disponibili sono pochi. Di conseguenza chi deve fare un controllo non può che cercare altrove.

Le visite mediche ora avranno un costo: ecco perché

Il quadro descritto sopra riporta in modo chiaro la situazione in cui si trova per esempio la regione Veneto. Sempre più persone sono in fila dal medico, alcune per disturbi lievi e altre invece per emergenze. Per non aspettare troppo però, non resta che rivolgersi alle strutture private che hanno sì tempi di attesa brevi, ma in compenso richiedono di pagare per le prestazioni erogate.

Visite mediche costo
Nelle strutture mediche private le visite non sono gratis – Giustiziabrescia.it

E così nella provincia di Treviso, per supplire alle carenze dei medici di base, sono sorte delle strutture private definite Centri prime cure. Al loro interno è possibile usufruire di un servizio simile a quello pubblico ma pagando un prezzo di 20 euro per ogni visita. Non è una cifra esorbitante, ma la situazione non è rosea contando che altre province potrebbero seguire l’esempio di Treviso.

Viene da chiedersi quindi se anche in Italia il servizio del medico di base fornito dallo Stato sia destinato a diventare di nicchia contro l’avanzata dei centri privati. Se lo Stato, infatti, non recluterà altro personale prevedendo ulteriori strutture, gli italiani pagheranno anche per un semplice controllo e la sanità potrebbe diventare un lusso.

Impostazioni privacy