Previsioni meteo, l’estate arriva davvero? Quando andranno via piogge e temporali

Previsioni meteo, ecco quando il tempo migliorerà lasciando spazio al caldo dell’estate: il parere dell’esperta.

Dal punto di vista atmosferico è stata senza dubbio una primavera molto atipica. Un clima che sulla nostra penisola si è alternato tra alcune giornate calde e un periodo che in generale ha visto prevalere il maltempo, con precipitazioni anche intense su alcune regioni. Insomma, abbiamo avuto a che fare con un clima decisamente inusuale per questo periodo.

Previsioni meteo estate
Maggio è stato caratterizzato da molte piogge e temporali, cosa succederà in estate – Giustiziabrescia.it

Non è di certo la prima volta che la bella stagione si fa aspettare, ma la quantità e l’intensità delle precipitazioni per tutto maggio è stata sicuramente degna di nota. E dire che sembrava che la stagione calda potesse arrivare anche prima del previsto, dopo un mese di marzo con le temperature medie più alte di sempre e un inizio di aprile in cui in diverse zone d’Italia si erano anche toccati i 30 gradi.

Da metà aprile in poi, c’è stata invece l’inversione di tendenza che ha lasciato spazio a un clima che ancora adesso ci accompagna tendente all’instabilità da Nord a Sud. A questo punto, l’interrogativo è sul quando temporali e fronti nuvolosi lasceranno il nostro paese per fare spazio all’estate.

Dal maltempo a un’estate torrida, l’allarme: “Potremmo avere una stagione più calda e secca del normale”

Gli esperti sembrano concordare sul fatto che dovrebbe mancare poco per l’ingresso nella stagione estiva a tutti gli effetti. In particolare, su ‘Ilmeteo.it‘, è stata intervistata Francesca Guglielmo, scienziata del Copernicus Climate Change Service, che ha illustrato gli scenari in arrivo.

Maltempo allarme estate
Temperature in aumento tra non molto, ecco le previsioni meteorologiche – Giustiziabrescia.it

È stato sicuramente un mese di maggio anomalo”, ha spiegato. “Specialmente nel nord Italia, le precipitazioni sono state superiori alla media, per la maggior presenza di vapore nell’aria dovuta alle temperature più alte del normale per quanto concerne l’acqua del Mediterraneo”. Tuttavia l’esperta ha sottolineato come in assenza di uno studio dettagliato, è difficile al momento collegare il mese di maggio così piovoso al più ampio e complesso fenomeno del cambiamento climatico.

Sull’arrivo dell’estate invece, la Guglielmo ha spiegato in maniera piuttosto chiara lanciando anche un allarme: “Un maggio piovoso e freddo non necessariamente prelude a un’estate con le stesse caratteristiche. Anzi, le previsioni stagionali, al contrario, lasciano intravedere una estate che possa essere con alta probabilità più calda e secca del normale nell’Europa del Sud“. Insomma, presto faremo i conti con un caldo torrido: occorre soltanto aspettare alcuni giorni per scoprirlo.

Impostazioni privacy