Cittadini maleducati, ora vengono smascherati: cosa succede a chi lascia rifiuti per strada

Arriva la punizione per tutti i cittadini maleducati. Adesso vengono smascherati più facilmente: cosa succede a chi lascia rifiuti per strada.

Purtroppo ancora oggi sono tantissimi ancora i cittadini nel mondo che, un po’ per non curanza e un po’ per maleducazione, continuano a non rispettare il nostro pianeta. Tra i comportamenti più diffusi troviamo sicuramente gettare i rifiuti a terra anziché riporli nel cestino. Questo succede per diverse motivazioni. Ad esempio, alcune persone sono semplicemente inconsapevoli degli impatti negativi che lo smaltimento inappropriato dei rifiuti può avere sull’ambiente e sulla salute pubblica.

cosa succede a chi lascia rifiuti per strada
Arriva una punizione per tutti i cittadini maleducati – Giustiziabrescia.it

Delle volte però è proprio la mancanza di educazione ambientale che può portare all’adozione di comportamenti irresponsabili. In alcune aree potrebbe esserci anche una carenza di contenitori per la raccolta dei rifiuti o un servizio di raccolta inadeguato, il che potrebbe spingere le persone più superficiali e prive di senso civico a gettare i rifiuti per strada. Combattere questi individui può essere fondamentale per preservare la Terra e adesso un comune ha deciso di punire in maniera esemplare chi lascia rifiuti per strada.

Scatta la sanzione per chi getta i rifiuti a terra: cosa succede ora

Il Comune di Libourne, situato nella regione della Gironda in Francia, ha preso una misura decisa per contrastare il fenomeno dello scarico illegale di rifiuti ingombranti: la pubblicazione mensile dei video dei trasgressori sulla propria pagina Facebook. Questa nuova iniziativa, denominata “Il vincitore del mese“, ha l’obiettivo di dissuadere i cittadini dall’abbandonare illegalmente oggetti sulla strada pubblica, rendendo pubbliche le loro azioni.

Sanzione per chi getta rifiuti
Arriva una sanzione salatissima per chi getta i rifiuti in strada – Giustiziabrescia.it

Ogni mese il sindaco Philippe Buisson pubblica un video che mostra un residente colto in flagrante mentre deposita rifiuti. Ovviamente si mantiene l’anonimato del trasgressore attraverso la sfocatura del volto e l’oscuramento della targa del veicolo. Accanto alle immagini, viene indicato l’importo della multa inflitta al trasgressore. Questa strategia mira a colpire i trasgressori sia nel portafoglio, attraverso sanzioni pecuniarie fino a 1.500 euro, sia nell’opinione pubblica, rendendo noto il loro comportamento.

Il sindaco Buisson ha sottolineato l’efficacia di questa campagna, evidenziando come la pubblicazione dei video abbia un impatto maggiore rispetto alle sole misure preventive. Nonostante le preoccupazioni sulla privacy e il rischio di molestie, il sindaco ha assicurato che le immagini vengono trattate in modo da proteggere l’identità dei trasgressori. Tuttavia, malgrado l’innovativa iniziativa e la risonanza mediatica, non ci sono ancora dati concreti che dimostrino una significativa riduzione di questi comportamenti.

Allo stesso tempo l’iniziativa ha attirato l’attenzione e potrebbe rappresentare un ottimo deterrente per chiunque non si curi della salvaguardia ambientale. Il Comune di Libourne comunque continuerà a monitorare l’efficacia di questa campagna: migliorare la pulizia e il decoro urbano attraverso la dissuasione pubblica resta la priorità dell’amministrazione comunale.

Impostazioni privacy