Condizionatore esterno, se il vicino si lamenta devi rimuoverli: come installarli per evitare problemi

Il condizionatore esterno potrebbe dar fastidio al vicino e in questo caso dovrai rimuoverlo: se li installi correttamente eviti problemi. 

L’estate è in arrivo anche in Italia, dopo una stagione primaverile più piovosa del solito. Con l’aumento delle temperature quindi può diventare essenziale l’utilizzo del condizionature. Questo perché tale elettrodomestico potrebbe aiutare a mantenere la temperatura interna della propria abitazione o del proprio ufficio. In questa maniera è possibile combattere la calura estiva, anche quando le temperature fuori sono insopportabili.

Condizionatore esterno come installarlo per evitare problemi
Il condizionatore esterno potrebbe disturbare i vicini – Giustiziabrescia.it

Inoltre i condizionatori moderni non solo raffreddano l’aria, ma filtrano anche le impurità e l’umidità in eccesso, migliorando così la qualità dell’aria all’interno delle abitazioni. Questo è particolarmente importante per le persone che soffrono di allergie o problemi respiratori. Delle volte però il condizionatore esterno potrebbe dare fastidio ai vicini e in questo caso dovresti rimuoverlo; rimane importante quindi capire quali sono le regole a riguardo.

Condizionatore esterno, dovrai rimuoverlo quando il vicino si lamenta: cosa dice la legge

L’installazione di condizionatori in un condominio può presentare diverse sfide e richiedere una pianificazione accurata per evitare problemi con i vicini e rispettare la normativa vigente. Inizialmente è essenziale informare l’amministratore di condominio e gli altri condomini in un’assemblea condominiale per comunicare l’intenzione di installare un impianto di climatizzazione.

condizionatore esterno quando rimuoverlo
In questo caso devi rimuovere il condizionatore esterno – Giustiziabrescia.it

Questo permette di garantire che tutti siano consapevoli dei lavori e di rispettare le regole stabilite dalla legge. La facciata esterna del condominio è considerata parte comune dell’edificio, quindi l’utilizzo di questa area per l’installazione del condizionatore richiede un’approvazione implicita da parte degli altri condomini. Inoltre, non è necessaria un’autorizzazione formale, piuttosto una comunicazione preventiva.

È fondamentale che l’installazione non causi disturbo agli altri condomini durante i lavori e che il condizionatore venga posizionato in modo da non interferire con i balconi o gli impianti degli altri. Una recente sentenza del Tribunale di Milano ha sottolineato l’importanza di evitare danni agli impianti o ai balconi degli altri condomini e rumori fastidiosi causati dall’impianto di climatizzazione. In caso di violazione di queste disposizioni, potrebbe essere richiesta la rimozione dell’impianto.

Per evitare problemi è consigliabile installare il condizionatore in posizioni meno visibili dall’esterno e assicurarsi che non ci siano problemi strutturali derivanti dall’installazione. È inoltre importante rispettare le distanze minime richieste dalle finestre e posizionare il motore in un luogo all’ombra. In caso di condomini con spazio limitato o molteplici condizionatori installati, si potrebbe considerare l’utilizzo di condizionatori senza motore esterno o di dispositivi per la raccolta dell’acqua di condensa.

Impostazioni privacy