Finalmente una buona notizia: la novità che ci permette di risparmiare un bel po’ di soldi ogni anno

Risparmio e ottica green: in questo modo i cittadini italiani potranno risparmiare tanti soldi anche a cadenza mensile.

Prezzi alle stelle, caro vita che pesa sulle tasche degli italiani e non solo, anche tassi di interesse che rimangono ancora alti. La situazione economica italiana è una delle peggiori di sempre, gran parte delle famiglie del ceto medio è finita sulla soglia della povertà e purtroppo, invece di creare una società più equa, le divisioni si marcano ancora di più: ricchi e poveri, con un ceto medio che sparisce. I dati economici raccontano un’Italia diversa da quella che sembra poter vivere bene e sempre in vacanza, come appare sui social.

Novità per risparmiare soldi ogni anno
Così si risparmiano ogni anno tanti soldi – Giustiziabrescia.it

La verità è che tante famiglie si stanno indebitando così tanto che a soffrire la crisi sono ormai tutti i settori senza troppe differenze e non sempre i bonus messi a disposizioni del Governo si rivelano sufficienti per far fronte a una crescente situazione di disagio economico che impatta sempre più persone.

A prescindere da come la si pensi sull’attuale Governo e sistema di welfare, bisogna andare sempre più sul concreto, cercando soluzioni reali di risparmio per chi a mala pena riesce ad arrivare a fine mese. Con una nuova direttiva europea, ad esempio, sarà possibile risparmiare qualcosa sulle uscite mensili. Ma scopriamone insieme di più.

Novità dall’Unione Europea: così sarà possibile risparmiare mensilmente tantissimo

In particolare, in data 30 maggio, il Consiglio dell’Unione Europea ha approvato la direttiva sul diritto alla riparazione che verteva su regolamentare la possibilità di riparazione di tutti gli elettrodomestici. L’idea è quella di spingere i cittadini a risparmiare, optando per la riparazione e accantonando il concetto di sostituzione.

Novità unione europea per risparmiare
Riparare invece che buttare: come funziona la nuova direttiva europea – Giustiziabrescia.it

La direttiva, quindi, rende più semplice e rapido l’accesso alle attività di riparazione per i consumatori che, invece di acquistare sempre qualcosa di nuovo ogni qual volta che si rompe – dalla lavatrice allo smartphone per intenderci – possono contare su un servizio più economico. Si attende ormai solo la firma da parte della presidente del Parlamento Europeo e del presidente del Consiglio, dopodiché la direttiva verrà pubblica nella Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea.

Considerando che ogni anno si spendono complessivamente circa 12 miliardi di euro per sostituire gli apparecchi anziché ripararli, si tratta di una rivoluzione non da poco per lo smaltimento degli apparecchi rotti o difettosi; anche perché sono richieste circa 30 milioni di tonnellate di risorse. I soldi in questo modo verrebbero risparmiati non solo per il singolo cittadino, ma anche in un’ottica più green a sostegno della tutela ambientale.

Impostazioni privacy