Raccolta differenziata, adesso c’è da fare attenzione: le multe arrivano anche per chi fa questo errore

L’importanza della raccolta differenziata, le difficoltà comuni e le multe per chi non rispetta le normative comunali

Fare la raccolta differenziata è fondamentale per l’ambiente, poiché separare correttamente i rifiuti è essenziale per il loro smaltimento e, quando possibile, il riciclo. Nonostante ciò, molti cittadini non si impegnano appieno in questo dovere civico, anche se i rapporti annuali sui rifiuti urbani mostrano un graduale miglioramento.

Raccolta differenziata multe
Fare la raccolta differenziata correttamente è fondamentale per evitare multe salate – Giustiziabrescia.it

Chi non effettua correttamente la raccolta differenziata spesso cita problemi organizzativi (suddivisione dei rifiuti, lavaggio, orari) e i costi della tassa sui rifiuti, considerati ingiustificati rispetto al servizio offerto. Anche se il sistema di raccolta differenziata potrebbe essere migliorato, rimane comunque obbligatorio per legge.

Il Decreto legislativo n. 152/2016, che aggiorna il Decreto Ronchi, delega ai Comuni la gestione della raccolta differenziata, inclusa l’applicazione di sanzioni per chi non rispetta le norme. Esistono multe per chi non effettua correttamente la raccolta differenziata, variabili in base al regolamento locale. Le sanzioni amministrative per chi deposita materiali sbagliati nei cassonetti vanno in media da 25 a 155 euro.

Ad esempio, gettare dell’organico nel cassonetto della carta o del vetro in quello della plastica può comportare queste multe. Molti Comuni impongono specifiche regole per lo smaltimento di carta e cartone (piegare gli imballaggi e lasciarli vicino al cassonetto), con sanzioni che vanno da 100 a 600 euro.

Attenzione ai dettagli: le sanzioni per una raccolta differenziata errata e come evitarle

Il mancato rispetto degli orari specifici per il ritiro o il deposito dei rifiuti urbani può comportare multe da 25 a 155 euro. Alcuni Comuni multano chi getta rifiuti ingombranti o pericolosi in luoghi impropri, con sanzioni fino a 600 euro. Altri comportamenti sanzionabili includono non chiudere i sacchetti, spostare i cassonetti o lasciare rifiuti fuori dai cassonetti.

Sanzioni raccolta differenziata
Evita le multe con una corretta raccolta differenziata – Giustiziabrescia.it

Alcuni cassonetti per la raccolta indifferenziata accettano rifiuti non riciclabili come carta trattata, plastica non riciclabile e alcuni oggetti in vetro. Tuttavia, gettare tutti i rifiuti in questi cassonetti potrebbe comportare sanzioni, sebbene sia difficile controllare e documentare tale comportamento. Per promuovere una gestione adeguata dei rifiuti, molti Comuni adottano carte elettroniche per aprire i cassonetti dell’indifferenziata ed evitare errori che possono costare caro.

L’uso frequente di tali cassonetti però comporta un aumento delle tariffe. Meglio quindi aderire a progetti di raccolta differenziata che possono portare a sconti sulla tassa. Le multe per la raccolta differenziata vengono emesse direttamente dal Comune tramite la Polizia municipale. L’accertamento delle violazioni è compito di un pubblico ufficiale che, anche senza assistere fisicamente all’infrazione, deve essere in grado di identificare il responsabile in base alle indagini effettuate, secondo il principio di personalità della responsabilità amministrativa.

Impostazioni privacy